Notizie

23/05/2016

OROSCOPO: congiuntura, tendenze e previsioni del sistema Moda e dintorni

A metà Maggio 2016 sono stati pubblicati diversi report che analizzano l'andamento tendenziale dell'economia italiana, inserita nel contesto europeo e internazionale, e le previsioni di crescita delle variabili economiche (fatturato, export, occupazione, ecc.), stimate anche per singolo settore di attività. Le analisi congiunturali, in particolare, fanno riferimento al primo trimestre 2016 mentre le stime previsionali riguardano un arco temporale di breve (2016) o medio periodo (fino al 2020).

Dalla lettura dei documenti prodotti da Promoteia-Intesa Sanpaolo e Istat è possibile trarre alcune considerazioni sul probabile futuro prossimo del Sistema Moda italiano.

Per punti, sono di seguito elencate alcune interessanti evidenze.

CONGIUNTURA E TENDENZE: DOVE CI STA SPINGENDO LA CORRENTE...

(clicca sull'immagine per ingrandire - Fonte: "Statistiche Flash" a cura di Istat, 17 Maggio 2016)

  • La variazione tendenziale delle esportazioni di moda (Marzo 2016/Marzo 2015) è negativa (-5%): i settori di abbigliamento (anche in pelle) sono, quindi, tra i meno dinamici rispetto alle vendite all'estero, in un contesto di dinamismo variabile e, mediamente, non brillante (-1,1% la variazione tendenziale media considerando tutti i settori economici) 
  • Allargando l'analisi a tutti i settori dell'economia, la flessione tendenziale dell'export riguarda in particolare alcune aree geografiche (MERCOSUR, OPEC, ASEAN), mentre altre registrano incrementi anche a doppia cifra (USA +11,2%, Giappone +7,9%)
  • Nonostante i dati ancora negativi, nella moda la proiezione internazionale delle imprese italiane ha contribuito, pur in assenza di alta tecnologia, a rafforzare la già buona competitività del nostro tessuto produttivo.

 

PREVISIONI PER L'ANNO IN CORSO: IL 2016 IN NUMERI (STIMATI)...

  • Ultime stime Istat per l'Italia: PIL +1,1% (contro +1,6% dell'Area Euro), investimenti +2,7%, occupazione +0,8%
  • Quadro internazionale: USA +2,1% (brusca frenata della crescita, decelerazione dei consumi delle famiglie e dell'occupazione), Cina ed Economie emergenti +4,1% (stabilizzazione ritmi di crescita, che si manterranno sui livelli del 2015), Giappone +0,6%
  • Export di prodotti italiani +1,7% (crescita rallentata dall'anda
    mento del commercio mondiale)

 

PREVISIONI DA QUI AL 2020: LA DIREZIONE DA PERCORRERE...

(clicca sull'immagine per ingrandire - Fonte: "Rapporto Analisi dei settori industriali" (Sintesi per la Stampa), a cura di Prometeia - Intesa SanPaolo, 16 Maggio 2016)

  • Le previsioni di crescita del fatturato da qui al 2020 vedono una performance del Sistema Moda (poco più dell'1% medio annuo) inferiore alla media dell'industria manifatturiera (+1,8%), tuttavia ad un livello più alto rispetto al settore degli alimenti e bevande (il primo posto nella classifica dei settori è occupato da automotive e moto, mentre il fanalino di coda è rappresentato dagli elettrodomestici)
  • Come tendenza generale, le imprese italiane punteranno su una maggiore integrazione internazionale e la crescita più intensa si avrà nei settori con la maggiore presenza di multinazionali. Per il Sistema Moda e Mobili, sarà il canale estero a fornire un contributo significativo alla crescita dei prossimi anni: la moda, in particolare, beneficerà di un rafforzamento delle esportazioni grazie all'esaurirsi degli effetti negativi della crisi russa ed alla ricerca di nuove destinazioni geografiche emergenti.

 

Fonti del testo e delle immagini:

  • "Statistiche Flash - Commercio con l'estero e prezzi all'import dei prodotti industriali" a cura di Istat, 17 Maggio 2016
  • "Previsioni - Le prospettive per l'economia italiana nel 2016" a cura di Istat, 17 Maggio 2016
  • "Rapporto Analisi dei settori industriali" (Sintesi per la Stampa), a cura di Prometeia - Intesa SanPaolo, 16 Maggio 2016